10. Tifo da strada

Una delle cose più disgustosamente pittoresche di Napoli e della Campania in genere è che, quando c’è “La partita” le strade diventano deserte, le persone mute e nell’aria riecheggia solo quell’eco del commentatore televisivo che il resto d’Italia sperimenta in occasione dei Mondiali di Calcio. Da noi è una costante, così come siamo abituati alle urla improvvise (e corali) nel silenzio che i non amanti del calcio come me si godono in questi frangenti. Poi capita, di tanto in tanto, un timido urletto dell’imbarazzantissimo napoletano juventino, essere mitologico metà uomo metà coglione che urla, in napoletano “Vesuvio lavali col fuoco”. Ma questa è un’altra storia…

A Roma la situazione è differente. Non mi è ancora capitato di trovare la città in versione post-Apocalisse a causa del pallone, ma credo che ciò non avvenga neanche in occasione del derby. Penso che da queste parti si nasconda persino qualcuno che tifi per la Virtus Arzano! E’ per questo che, forse, le esultanze ai goal, con i suoi “Daje” e “Annàmo”, per quanto urlate col cuore, non eguaglieranno mai quelle che si odono nella mia amata città. A Napoli, certe volte, c’è chi reputa il pallone più importante persino di S. Gennaro e della Pizza.

the Marius

(scusate eventuali errori, ho scritto tutto di getto)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...